23 gennaio 2008

Young Italy

L'altro giorno, tra amici, ci si domandava chi cazzo fosse quella palla di lardo spettinata e avvolta da un'inquietante camicia verde su Mtv, nota anche come Mario Adinolfi: continuo a non saperlo, e mi interessa poco, ma credo che avremo le idee più chiare dopo la lettura di questi due stralci dal suo blog:

"Premesso che non sopporto Jovanotti e che lo uso sempre per dimostrare le drammatiche conseguenze logiche in cui incorrono i relativisti (per i quali, in assenza dell'idea di Verità, diventa legittima anche l'opinione di chi ritenesse Lorenzo Cherubini superiore a Dante Alighieri)..."

"Io aderisco alla moratoria sull'aborto inventata da Ferrara. Non so ancora bene cosa sia di preciso (se lo chiede oggi bene anche Umberto Veronesi, su Repubblica), ma io assumo l'impegno in questo senso: difendendo comunque l'esistenza della legge 194, semmai mi dovesse capitare, in futuro, di avere a che fare con qualcuna che intende abortire, mi impegnerò con tutte le mie forze per dissuaderla. Che sia mia figlia o una fidanzata o una ex moglie o un'amante da una-botta-e-via (le migliori), giuro che non farò gettare il frutto anche confuso di piacere e amore nel contenitore per rifiuti speciali di un ambulatorio."

P.s.: complimenti a chi ha votato alle primarie del partito per cui questo tipo sta scrivendo lo statuto!


Paolo

Etichette:

3 Commenti:

Alle 1/23/2008 11:45:00 AM , Blogger scott_ronson ha detto...

AdiROTFL sembra un bizzarro incrocio tra Ferrara ed Enrico Silvestrin.
Illuminante, comunque, la sua pagina su wikipedia:

- Dalla fine degli anni Ottanta, firma articoli e servizi per il quotidiano della Conferenza Episcopale Italiana l'Avvenire, per la Radio Vaticana e per i quotidiani Europa, Il Popolo e La Discussione.

- Politicamente ha militato prima nella Democrazia Cristiana e poi, con l'avvento del bipolarismo, nell'area centrista del centrosinistra. Nel 1993 diventa membro dell'Assemblea costituente del Partito Popolare Italiano. Ha guidato l'organizzazione giovanile di quel partito fino al 1997, diventando poi membro dell'esecutivo nazionale del PPI. Nel 2001 fonda il movimento Democrazia Diretta, con cui si candida a sindaco di Roma, elezioni del 13 maggio 2001, ottenendo lo 0,1% dei voti.

- Nell'aprile del 2006 è stato indicato da Time come una delle dieci giovani speranze della "Young Italy".
(SIGH)

 
Alle 1/25/2008 06:37:00 PM , Blogger s|a ha detto...

una-botta-e-via, botta nel senso di randellata, e via nel senso di smaltimento rifiuti è quello che ci vorrebbe a 'sto Young Ferrara. Madonna che stufo che sono...

 
Alle 2/03/2008 12:48:00 PM , Anonymous toppe ha detto...

Ammettiamolo: ho votato alle primarie (non per lui, fortunatamente). Sono anche andata alla prima riunione del circolo locale del PD, e ho riso tantissimo. Un cumulo di retorica e di vecchi nostalgici.
Il nuovo che avanza.

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page